APPLICAZIONI

PERDITA DEI CAPELLI

Un fenomeno sempre più diffuso

La perdita dei capelli (alopecia androgenetica) è un fenomeno diffuso che colpisce la grande maggioranza della popolazione maschile e femminile. È una patologia la cui frequenza aumenta con l’età, ma si verifica anche in età giovanile.
GLI EFFETTI
I primi segni di calvizie maschile sono l’arretramento dell’attaccatura dei capelli sulla fronte e alle tempie, la così detta “stempiatura”, e un diradamento a livello del vertice, la “chierica”. Nelle donne la calvizie si manifesta con un progressivo diradamento dei capelli nella regione centrale della testa; i capelli sono radi e non coprono più il cuoio capelluto. Un segno iniziale della malattia nella donna è il così detto “segno dell’albero di Natale”: pettinandosi con la riga in mezzo si osserva un’area di diradamento a base anteriore che ha appunto la forma di un albero di Natale.
LE CAUSE
Le cause dell’alopecia androgenetica sono di natura ormonale e di predisposizione genetica. Nell’uomo la calvizie dipende da una maggiore sensibilità del capello a ormoni androgeni; nella donna può essere causata da un eccesso di ormoni maschili o da un’eccessiva sensibilità del capello pur in presenza di livelli di ormoni maschili assolutamente normali. La calvizie colpisce solo i follicoli piliferi di alcune aree del cuoio capelluto che prendono il nome di aree “androgenodipendenti”, ovvero l’attaccatura dei capelli sulla fronte e la porzione superiore della testa.
La gravità della patologia viene valutata utilizzando le scale di Hamilton-Norwood e di Ludwig. La scala di Hamilton-Norwood divide la calvizie in VII gradi di cui il grado I corrisponde alla normalità ed il VII alla calvizie grave. In genere una terapia medica è efficace fino al IV grado. Il trattamento medico della calvizie deve impedire agli ormoni androgeni di esercitare i loro effetti sul follicolo e, nel contempo, stimolare il follicolo a produrre capelli più grossi e più lunghi. È inoltre importante combattere le patologie infiammatorie che accelerano la progressione della malattia.

Scala di Hamilton-Norwood

Scala di Ludwig

Curare è possibile

Con il protocollo medico RIGENERATM curare l’alopecia androgenetica è finalmente possibile. E’ tuttavia importante affrontare in tempo la patologia. L’esperienza clinica maturata nell’applicazione del protocollo metodo RIGENERATM ha verificato che statisticamente i migliori risultati si ottengono:

  • Nei soggetti maschili che non abbiano già pienamente raggiunto il III stadio della scala di Hamilton-Norwood
  • Nei soggetti femminili che non abbiano già pienamente raggiunto il II stadio della scala di Ludwig

EVIDENZE SCIENTIFICHE
Studi scientifici evidenziano come dopo la disgregazione (fig. B) del tessuto prelevato (fig.A) la vitalità dei microinnesti sia pari al 75-80%. I microinnesti (fig.C) contengono un’alta percentuale di periciti ed endociti i quali rivestono un ruolo chiave nella rigenerazione dei tessuti promuovendo la rivascolarizzazione e la ricrescita.

Fig. A

Fig. B

Fig. C

IL PROTOCOLLO MEDICO
Il protocollo medico RIGENERA™ può venire esclusivamente da chirurghi e  consiste nell’effettuare minuscoli prelievi delle dimensioni di circa 3 millimetri di tessuto cutaneo dall’attaccatura dei capelli della nuca. Il tessuto prelevato viene ridotto in particelle microscopiche le quali verranno poi re-iniettate nelle superfici da trattare mediante sottilissimi aghi (tecnica mesoterapica) in modo praticamente indolore. Il trattamento è caratterizzato da semplicità e sicurezza e consente l’immediata ripresa di ogni attività.
LA TECNOLOGIA
La tecnologia RIGENERATM è un approccio rivoluzionario alla rigenerazione dei tessuti. Opera attraverso microinnesti ottenuti tramite un dispositivo medico monouso, il RIGENERACONS. Utilizzando RIGENERATM il paziente, in una sola seduta, è sia donatore che ricevente di microinnesti calibrati; questa procedura permette un arricchimento delle cellule con capacità rigenerative nel sito ricevente. RIGENERATM si basa su due pilastri fondamentali della biologia rigenerativa:

  • La side population una popolazione di cellule accomunate dalle stesse caratteristiche dimensionali, che le differenziano dal resto della popolazione.
  • La nicchia il microambiente nel quale risiedono le cellule costituito da tutti i fattori cellulari e molecolari che interagiscono con queste, regolandone le funzioni e la rigenerazione dei tessuti.